Perché le diete falliscono sempre?

Quali sono i motivi del fallimento, su scala mondiale, della dietologia?
Anche in Italia stiamo percorrendo la stessa strada degli Stati Uniti: oltre il 50% della gente è in sovrappeso.
Per non parlare dei bambini...

Per una maggiore comprensione dell'intera sezione dedicata alle diete è necessario leggere prima il documento "L'ipotalamo e la mangiatrice emotiva". Vi invitiamo anche a guardare i seguenti video sull'argomento preparati dal Dott. Simeone:

1. Sindrome Metabolica

2. Sovrappeso e Dieta Metabolica

3. Sovrappeso

4. Sovrappeso e obesità

5. Sovrappeso e obesità 2

PERCHE'  LA  DIETOLOGIA  HA  FALLITO...

Nonostante la diffusione di martellanti campagne pubblicitarie, il peso in eccesso resta nei paesi industrializzati un problema di massa che pregiudica, spesso in modo serio, la qualità della vita delle persone, riflettendosi negativamente non solo sul piano estetico, ma anche e soprattutto sul piano della salute e su quello psicologico e delle relazioni sociali.

Nel campo della prevenzione e della cura dei sovrappeso esistono rischi associati alle classiche diete le quali, da una parte, non sempre tutelano la salute del paziente e, dall'altra, comportano  quasi sempre  la ripresa dei chili precedentemente persi.

I trattamenti generalmente proposti affrontano tali problemi complessi in modo semplicistico e parziale.

Per esempio, la quasi totalità delle diete prescritte si basa sul conteggio delle calorie e l'abuso di proteine (carne e pesce); inoltre, spesso, queste diete definite ipocaloriche sono spesso  "aiutate" dall'uso più o meno indiscriminato dì farmaci quali anfetamine, dìuretici, ormoni per la tiroide, ecc.
Per non parlare delle aziende che vendono diete su internet o dei centri estetici, che fondano tutto sulla pubblicità utilizzando, però, metodi dozzinali, destinati a fallire su larga scala.

Come risultato, dopo diete così stressanti (ed ammesso che si riesca a farle), quasi sempre i chili persi vengono riacquistati.
Inoltre, con l'aiuto dei farmaci sopracitati il metabolismo rallenta bruscamente e, per "effetto rimbalzo", ci si ritrova a riprendere più peso di prima.

A questo punto ci si sente frustrati e demotivati, senza grandi prospettive se non quella di ritentare ancora una volta la stessa strada, seppure sbagliata.

Intanto, però, la salute e l'aspetto estetico continuano a subire effetti negativi (cuore, vene, colesterolo, fegato, cellulite, ecc.) così come l'aspetto psicologico (con i problemi legati alla non accettazione di se stessi ed alla sfera affettiva).

Questa è l'esperienza di tantissime persone che, andando dal dietologo o dall'endocrinologo o nei centri di estetica, hanno perso non solo danaro ma anche e soprattutto la fiducia di poter ottenere un dimagrimento duraturo e stabile nel tempo.

Da una recente statistica emerge che il 98-99% delle persone che si sottopongono ad una dieta o non riescono a seguirla, oppure riprendono successivamente i chili perduti (e spesso anche di più).

Non c'è che dire: un fallimento vero e proprio...