Osteoporosi

E' possibile, oggi, prevenire o curare l'osteoporosi con la Medicina Biologica Integrata?
Pertendo dal fatto incontestabile che in medicina convenzionale non esistono certezze in questo campo, e che inoltre i farmaci previsti possono avere effetti collaterali anche gravi, possiamo affermare che in Medicina Biologica Integrata si utilizza un protocollo terapeutico che prevede la sinergia tra precisi consigli nutrizionali a salvaguardia delle ossa + integratori naturali specifici + la Ionorisonanza.
Studi scientifici in ambito universitario dimostrano che  la Ionorisonanza Seqex favorisce i processi di osteogenesi, accelerando anche il processo di ricostruzione in presenza di fratture ossee.
In questo modo, grazie a questa sinergia terapeutica, le ossa vengono protette dalla demineralizzazione.
Leggi anche i casi clinici (clicca)

"MENOPAUSA E OSTEOPOROSI"

UNA NUOVA MALATTIA PER UNA NUOVA OPPORTUNITA’ DI MERCATO

Negli ultimi 2 decenni varie campagne di informazione dei media o bollettini informativi nelle sale d’attesa dei medici o nelle farmacie hanno avvertito insistentemente sui rischi conseguenti la riduzione della massa ossea. Le donne, in particolare, sono bombardate dal messaggio che la guerra all’osteoporosi va combattuta:

a) con la terapia sostitutiva, cioè con gli ormoni

b) con l’aiuto di un farmaco a base di fosfati che ricostruirebbero le ossa

c) con l’assunzione di integratori di calcio

d) con l’aumento del consumo di latte e latticini

In tal modo, una donna dovrebbe sentirsi al sicuro, anche perchè – recitava l’ingannevole pubblicità – oltre a non dover temere l’osteoporosi, non dovrà temere neanche per i rischi legati alle malattie cardiovascolari.

Sfortunatamente le cose non stanno così, in quanto...

a) gli ormoni sintetici sono medicinali notoriamente cancerogeni

b) gli integratori di calcio non solo sono inefficaci nella ricostruzione ossea ma possono portare a deficienze di altri minerali, calcificazioni delle arterie e calcoli renali o biliari;

c) infine, è provato che i latticini costituiscono una causa determinante della perdita di massa ossea: infatti, le nazioni con più elevato tasso di osteoporosi (Stati Uniti, Gran Bretagna, Olanda, Svezia, Danimarca, ecc.) sono le stesse nazioni in cui il consumo di latte, latticini e integratori di calcio è più elevato: basti pensare che solo negli Stati Uniti esistono oltre 20 milioni di persone affette da osteoporosi!

Inoltre, se noi chiedessimo ad un gruppo di donne anziane affette da grave osteoporosi, finanche con fratture spontanee, se nella loro vita non abbiano spesso utilizzato l’acqua del rubinetto (notoriamente ricca di calcio) o non si siano costantemente nutrite con latte, stracchino, mozzarella, parmigiano e altri vari latticini, tutte quante risponderebbero affermativamente, e cioè che hanno sempre fatto uso di latte e latticini.

E’ evidente, a questo punto, che il calcio non ha nulla a che fare con l’osteoporosi anzi, per rafforzare ancora di più questa consapevolezza, basti pensare che il vecchio motto "essere forte come un toro" riguarda un animale che si nutre esclusivamente di erba!

Come se non bastasse. esistono anche ulteriori motivi per giudicare dannosi latticini ed integratori di calcio: innanzitutto, come già accennato, in entrambi i casi si tratta di calcio non bio disponibile e che dunque si deposita nei connettivi provocando, a lungo andare, calcificazioni alle articolazioni, alle arterie, calcoli, cellulite e quant’altro. 
Inoltre, nell’ultimo decennio è stato dimostrato che l’eccesso di calcio rallenta significativamente la produzione di un ormone tiroideo, la tiroxina; in altri termini, l’eccesso di calcio, con il suo forte effetto anabolizzante, rallenta fortemente il metabolismo.

E a chi si cerca di propinarlo?

Proprio a quelle donne che già sono in un periodo della loro vita in cui il metabolismo diminuisce per conto suo e si tende più facilmente ad ingrassare! 
E oltre ai latticini e agli integratori, pure gli ormoni: una bella accoppiata, non c’è che dire!

LA CURA DELL'OSTEOPOROSI


Come detto, l'osteoporosi può essere prevenuta e curata con una sinergia tra alimentazione, integratori e Ionorisonanza, ed è su quest'ultima che desideriamo soffermarci.
La Ionorisonanza Seqex (nome commerciale) è una evoluta forma di magnetoterapia, innovativa sia dal punto di vista della tecnologia che dei parametri misurati: per saperne di più è possibile leggere il documento specifico(clicca).


COME FUNZIONA LA CURA

La cura dell'osteoporosi può essere effettuata sia presso il centro medico, sia a casa propria.
Di solito, questa seconda possibilità è preferibile, sia perchè la terapia può essere effettuata tutti i giorni (durata di circa mezzora), sia per comodità, sia per i costi ridotti (meno di 10 euro al giorno).


LA CURA A CASA 

Il reader fam, cioè il lettore familiare, è stato progettato e realizzato al fine di poter erogare la terapia comodamente a casa: basterà recarsi presso il nostro Centro Medico una sola volta, eseguire il test iniziale per l'impostazione  della terapia personalizzata, i cui parametri saranno memorizzati in una card.
Questa stessa card sarà, a sua volta, memorizzata nel lettore casalingo (il reader fam, per l'appunto).

Il reader fam che porterete a casa è un apparecchio di ingombro ridotto, molto comodo e facilmente utilizzabile: si tratta di una piccola valigia contenente il lettore seqex ed una stuoia magnetica.
Basterà premere un pulsante e distendervi sulla stuoia magnetica collegata al lettore stesso; la terapia dura circa 30 minuti e, nel frattempo, potrete leggere o guardare la TV o rilassarvi.

Ricordiamo che il seqex non ha alcun effetto collaterale.
E’ sufficiente sottoporsi a 2 cicli annuali di un mese ciascuno, per avere la certezza di preservare il proprio patrimonio osseo.

NOTA BENE 

Chi vuole conoscere la vera storia che accomuna menopausa e osteoporosi, puòcliccare qui...

Inoltre, per approfondire l'argomento, potete guardare una video-intervista al Dr. Simeone su menopausa e osteoporosi cliccando qui