Seqex

La terapia di “Ionorisonanza Seqex” deriva da studi avanzati di biofisica applicati alla medicina.

Per darne un’idea faremo un paio di esempi: pensiamo innanzitutto agli studi effettuati dalla NASA sugli astronauti che effettuavano voli nello spazio.

Si era notato che questi astronauti, al rientro dallo spazio, manifestavano una condizione di salute psico-fisica nettamente peggiore rispetto a quando erano partiti.

Bisogna considerare, infatti, che gli astronauti, al momento della partenza erano perfettamente sani da tutti i punti di vista.

Ad esempio, uno dei grandi squilibri che si è visto è stato il forte stato di “stress ossidativo” che essi manifestavano al loro ritorno; in altre parole essi partivano con bassi livelli di radicali liberi nel sangue e tornavano con livelli elevatissimi.

Per questo furono intrapresi studi per capire il perché di tali fenomeni.

Gli studi si sono ben presto concentrati sul magnetismo terrestre, in quanto le astronavi ne erano prive; in altre parole gli astronauti erano temporaneamente sottratti all'influsso del campo magnetico terrestre e ciò poteva durare anche mesi.

Per capire l’importanza di questo concetto bisogna ricordare che la Terra possiede 2 poli magnetici (polo nord e polo sud) e che tra questi 2 poli esiste un campo magnetico che avvolge tutta la Terra (basta pensare alla bussola); questo campo magnetico è di fondamentale importanza per tutte le forme di vita esistenti.

Per capire l'importanza dell'elettromagnetismo terrestre sugli organismi viventi sono stati effettuati molti esperimenti, alcuni anche dalla Nasa.
Un esperimento interessante è stato fatto su 2 gruppi di cavie, messe in due stanze dotate di ogni confort (luce, cibo, acqua, temperatura ideali).
L’unica differenza consisteva nel fatto che una stanza era esclusa dall'influsso del campo magnetico terrestre.

In gergo biofisico si dice che la stanza era "schermata", cioè era stata fatta diventare una "gabbia di Faraday".

Ebbene, dopo alcuni mesi le cavie messe nella stanza normale godevano tutte di ottima salute, mentre le cavie messe nella "gabbia di Faraday" si erano ammalate (invecchiamento precoce o di tumore) o erano morte.

Questo esperimento, insieme a molti altri, dimostra inequivocabilmente quanto il campo elettromagnetico sia importante per la salute degli esseri viventi.

A questo punto è lecito porsi una domanda: quali sono gli effetti dei campi elettromagnetici sui sistemi biologici, cioè sull'organismo umano?

La risposta è ovvia: tutte le cellule del nostro organismo sono soggette a campi elettromagnetici che ne determinano lo stato di salute o di malattia: l’esempio delle cavie dimostra come le cellule possano ammalarsi o, al contrario, guarire in base ai campi elettromagnetici in cui esse vivono costantemente.

 

COS'E' LA IONORISONANZA

La ionorisonanza ciclotronica endogena, chiamata seqex, si basa sui più moderni concetti di biofisica.

Il seqex, mediante debolissimi e precisi codici elettromagnetici, favorisce lo scambio ionico, inducendo il processo di ripolarizzazione delle membrane cellulari.

I campi magnetici pulsati influenzano positivamente molti sistemi enzimatici intracellulari e di membrana, modificandone la permeabilità e quindi migliorando lo scambio ionico ai due lati della membrana stessa.

Inoltre è dimostrato che i campi magnetici pulsati influenzano positivamente l'azione del sistema immunitario.

La terapia seqex viene effettuata, scegliendo tra i vari programmi a disposizione, in varie patologie, soprattutto nelle malattie neurologiche e in quelle croniche e degenerative.

I campi di applicazione ideali del SEQEX riguardano:

- apparato osteomuscolare (osteoporosi, lombalgia, artrite, artrosi, sciatalgia, fibromialgie, periartrite, coxartrosi, ecc.);

- malattie neurologiche (sclerosi multipla, Parkinson, ecc.);

- patologie vascolari (problemi circolatori, claudicatio intermittens, ecc.);

- malattie autoimmuni;

- tutte le patologie caratterizzate da scarsa reattività immunologica

La terapia seqex non ha alcun effetto collaterale.

 

COME SI EFFETTUA

Il “SEQEX” è una tecnica rivoluzionaria in quanto chi decide quale sia la terapia ideale è l’organismo stesso.

Infatti nel corso della prima visita il seqex invia al paziente (che è tranquillamente disteso su una stuoia elettromagnetica ) una serie di onde armoniche aventi varie frequenze e varie intensità.

Dopo l’erogazione di ciascuna onda, viene rilevata e visualizzata la risposta dell’organismo, cioè se l’organismo “gradisce” o meno quel segnale.

In ogni caso il seqex, dopo l’erogazione di ogni singola onda e dopo aver registrato il tipo di risposta dell’organismo stesso, cancella dal corpo quella informazione mediante il principio dell’inversione d’onda (o controfase).

Alla fine della prima visita il seqex avrà selezionato le frequenze migliori per quell’organismo che vengono poi memorizzate in una card che successivamente servirà ad erogare la terapia stessa.

Un ciclo di terapia seqex varia a seconda della patologia da trattare, in particolare se si tratta di una malattia acuta oppure cronica.

CURARSI A CASA

Un’altra caratteristica innovativa del “seqex” è rappresentata dal fatto di potersi curare a casa, semplicemente noleggiando un lettore “seqex” per uso domestico.

Il “seqex familiare” consente, infatti, grandissimi vantaggi: innanzitutto evita di doversi spostare 2–3 volte a settimana, specie a chi abita lontano dal Centro Medico di riferimento oppure non può spostarsi facilmente; l’altro grande vantaggio è che può essere effettuata tutti i giorni o anche 2 volte al giorno.

Consente, inoltre, anche un grande risparmio e la possibilità di effettuare molte terapie ad un basso costo.

Infine il “seqex familiare”, essendo in grado di leggere fino a 4 card, permette, nel periodo di noleggio, di poter curare più persone della stessa famiglia al solo costo della programmazione della card.

Il set del lettore familiare comprende una valigetta con lettore e stuoia magnetica: in sede di prima visita viene memorizzata la card e poi trasferita direttamente sul lettore,in modo tale che a casa, ogni volta che si vorrà utilizzare, basterà solo premere “start”.

La terapia si effettua vestiti, tranquillamente distesi sulla stuoia magnetica.